Pedofilia: arrestato a Reggio Emilia

Un uomo di 60 anni, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri di Reggio Emilia, che hanno scoperto il suo database con oltre un milione di file pedopornografici. Si trova in carcere, con le accuse di pornografia minorile, atti sessuali con minori e violenza sessuale aggravata commessa con abuso delle condizioni di inferiorità psichica della vittima, commessi tra il 2000 e il 2017. Tutto è partito da una denuncia, cui è seguita la perquisizione in casa, dove sono stati trovati i materiali informatici e anche alcune 'spy-pen' che usava per riprendere di nascosto le minorenni; tra le vittime anche sue piccole parenti riprese mentre si spogliavano o durante la doccia. Durante gli accertamenti è stato documentato come l'indagato non si sia limitato a scaricare foto oscene di minori dal web, ma abbia cercato con le vittime il contatto fisico. Tra le immagini sequestrate anche quelle che ritraevano tra le vittime degli abusi una giovane disabile.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Lungoparma
  2. Lungoparma
  3. Lungoparma
  4. Lungoparma
  5. Lungoparma

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Fornovo di Taro

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...