Europa League, Gasperini, gara strana

"Bene nella prima ora di gioco, non male nel finale. Una partita strana, due palle in area concesse in pochi minuti e due gol presi". A bocce ferme, dopo il 2-2 al cospetto del Sarajevo coi suoi a sprecare il doppio vantaggio, Gian Piero Gasperini assolve la sua Atalanta: "Abbiamo avuto diverse altre occasioni, avevamo la partita sotto controllo. Poi il gol a difesa schierata e a ruota un altro che è il figlio del primo, ma il risultato non rispecchia certamente i valori in campo", afferma il tecnico nerazzurro. Che trova nella rimonta subita la conferma dei timori della vigilia dell'andata del secondo turno di qualificazione d'Europa League: "In campo internazionale le partita non sono mai finite, c'è sempre qualche giocatore in grado di riaprirle con una giocata - spiega Gasperini -. Per essere stata la prima, credo che siamo andati abbastanza bene: nel ritorno dobbiamo vincere per forza e non sarà facile, contro una squadra che sa difendersi servono più qualità e più precisione nelle conclusioni".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Fornovo di Taro

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...